February 15th, 2013

La rivoluzione multipiattaforma di Adwords

Google Adwords cambia in un’ottica multipiattaforma e di localizzazione geografica. L’annuncio è del 6 febbraio 2013  e, da oggi alla prossima estate, la trasformazione di tutti gli account Adwords sarà definitiva con l‘introduzione delle Enhanced Campaign

I dati disponibili mostrano un’incremento a due cifre degli acquisti online in tutto il mondo (persino in Italia…) e soprattutto mostrano come, grazie al coinvolgimento social e all’utilizzo in mobilità del web su tablet e smartphone, gli utenti condividano le proprie propensioni ed intenzioni d’acquisto e le proprie impressioni sui prodotti e servizi appena acquistati. Anche l’ultima preview pubblicata pochi giorni fa da Global Web index sull’ andamento  dell’ecommerce nei 31 paesi del proprio panel va in questa direzione: il 66% dell’utenza (panel di oltre 150.000 utenti nei 5 continenti) ha acquistato online. Di questi, il 25% ha acquistato su smartphone o tablet. Del 34% che dice di non aver effettuato acquisti online, il 24% afferma di aver comunque postato su internet la propria opinione su prodotti o servizi acquistati offline.

Gli esperti di Google ovviamente, di fronte a questi dati, non potevano che decidere di modificare la piattaforma Adwords, offrendo agli inserzionisti la possibilità di gestire e monitorare in modo preciso e più semplice (a loro dire, vedremo…)le campagne pubblicitarie multipiattaforma. Al contempo l’obiettivo è quello di servire agli utenti una pubblicità utile, tagliata sulle loro esigenze del momento.

Sicuramente ci sarà da studiare. In breve comunque ecco le novità annunciate:

1)  Strumenti più potenti adatti al mondo multi-device e flessibili ai diversi contesti d’uso del web
Non sarà più necessario creare e gestire campagne differenziate per tablet, smartphone e desktop: potremo differenziare i bid e gli ads per tipo di device, luogo ed orario in cui si trova l’utente.

Esempio: una pizzeria che fa asporto e pizza al tavolo potrà scegliere:
-  un bid più alto e un annuncio con la localizzazione del locale per gli utenti che cercano con uno smartphone “pizzeria” trovandosi entro 3 Km dal locale alle 19.30 (supponendo che sia qualcuno che, già in zona, ha deciso di fermarsi per cena)
-  un bid più alto  e un appetitoso banner grafico per chi naviga con un desktop e cerca “pizza asporto” alle 18.00 (supponendo che sia affamato, si trovi in ufficio e voglia chiamare poco dopo per passare a prendere una pizza da asporto mentre ritorna a casa). Ovviamente poi la stategia andrà completata, come sempre, con differneti landing, ottimizzate per i differenti supporti e le differenti esigenze.

2) Nuovi report per affinare le rilevazione delle conversioni: non solo click, ma anche telefonate partite dagli annunci click to call e scaricamenti di app.

Per gli utenti più pubblicità, ma più utile e mirata. E per gli inserzionisti più frecce al proprio arco.
Considerazione: è necessario aver ben chiaro dove stia il proprio bersaglio, per evitare di moltiplicare gli sforzi tirando frecce al vento.

Technorati , , ,
condividi con:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Twitter


No comments yet.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Leave a comment