June 21st, 2007

Google Toolbar Vs. Alexa Toolbar

In uno dei post precedenti ho spiegato alcune funzioni di Ask 3d, la nuova versione del motore di ricerca americano Ask, per ora disponibile solo negli Stati Uniti. Incuriosito ho deciso di approfondire il discorso e per 20 giorni ho dismesso la Google Toolbar in favore della Ask Toolbar.

Sono emerse alcune sostanziali differenze, e mancanze sia da parte dell’una che dell’altra. Ho pensato che sarebbe stato interessante fare un confronto fra le due e renderlo pubblico. Non ho eseguito un’analisi approfondita, ovvero mi sono basato sugli strumenti presenti di default e non ho modificato le impostazioni, questo perchè la maggior parte delgi utenti “comuni” generalmente non mette mano al setting.

Ma prima un passo indietro: cos’è una toolbar?
Cito testualmente da wikipedia:

La toolbar (lett. barra degli strumenti) è un componente (widget) delle più usate interfacce utente. È una barra orizzontale o verticale, o un box, che raccoglie, sotto forma di icone, i collegamenti alle funzioni più usate di un software.

Alcuni portali e servizi web, come Google, Yahoo! o Ask, mettono a disposizione, con download gratuito, una barra degli strumenti per il browser addizionale a quella classica, da cui si possono utilizzare diverse funzioni offerte dai gestori.

La Ask Toolbar
Ask Toolbar
I punti forti della Ask Toolbar sono senza dubbio quelli legati ad un maggior rispetto della privacy dell’utente. Infatti Ask dichiara di non effettuare il monitoraggio sugli spostamenti o le attività eseguite sui siti Web. Onestamente c’è da credergli, visto che attualmente solo Google sembra avere le risorse tecniche ed economiche per fare una cosa del genere.

Ask offre tra i pulsanti della barra la possibilità di aumentare lo zoom e di ricercare la query digitata nella casella di ricerca tra le immagini, i “blog e feed”. Questa seconda opzione è nuova rispetto alle possibilità offerte dalla Google Toolbar in default, e rappresenta un punto a favore di Ask.

Un’altro punto a favore delle Ask Toolbar è il servizio di traduzioni mutuato da Reverso Intranet, che offre traduzioni molto più accurate rispetto a quelle di Google. Provate a leggere quale delle due è più fedele alla definizione di Wikipedia di searche engine. La traduzione di Ask o la traduzione di Google?

Di contro la Toolbar di Ask non offre la possibilità di tradurre singole parole semplicemente puntano il mouse sul termine straniero. Inoltre non ha il pulsante “evidenziatore”, che colora i temini della query per cui si è arrivati su una data pagina. In alternativa all’evidenziatore esiste la possibilità di optare per la ricerca “in questo sito”, tramite un menù a tendina sicuramente più scomodo.

La Google Toolbar
Google Toolbar
Il vantaggio maggiorne che offre la Toolbar di Google è proprio quello di “essere” di Google. Ovvero, per quanto sia stato piacevole usare per qualche giorno la barra di Ask, i risultati offerti dalle serp di Ask non sono quasi mai stati all’altezza e dopo un paio di ricerche dovevo ripeterle su Google, quasi sempre con risultati migliori.

Viceversa, l’uso di Google Toolbar comporta tutta una serie di implicazioni legate alla privacy di cui abbiamo già parlato nei post legati a Web History e Search History.

Technorati ,
condividi con:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Twitter


No comments yet.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Leave a comment